NEWS

PASQUA A CORTONA
Processione del Venerdì Santo

PASQUA A CORTONA

Processione del Venerdì Santo

pubblicato il30/01/2016 08:26:52 sezione News


Villa Farnia, vi sugerisce di passare la Pasqua a Cortona e vi propone, come potete trovare nella sessione "offerte"uno sconto dl 30% sulla tariffa alta stagione.
Nelle suggestive vie di Cortona,piccolo borgo ancora legato alle tradizioni,sfilano gli antichi simulacri della Passione, sintesi della fede e dell'arte delle Compagnie laicali dei tempi passati. La processione, che si svolge ogni anno la sera del Venerdì Santo, parte dalla chiesa dello Spirito Santo, dove è custodito il «Cristo morto», e, snodandosi per tutta la città, fa incontrare gli altri simulacri, ricomponendo così per immagini il racconto della Passione.
Insieme ai simulacri, e come punto convergente della devozione e della venerazione, viene portata in processione la reliquia della Croce santa, reliquiario bizantino proveniente da Santa Sofia in Costantinopoli. È una placca di avorio finemente lavorata, portata in battaglia dagli imperatori di Costantinopoli e recata in dono a Cortona da Frate Elia, il successore di San Francesco alla guida dell'Ordine. Gli altri simulacri: il Cristo orante, che si venera nella chiesa di San Marco; il Cristo alla colonna, opera di Andrea Comodi, che si trova nella chiesa di San Benedetto; il cristo al Calvario della Compagnia di San Niccolò, venerato nell'omonima chiesa; il Cristo morto, opera di Francesco Fabbrucci, custodito nella chiesa dello Spirito Santo; il Cristo risorto, opera dello stesso Fabbrucci, custodito nella chiesa del Gesù, di fronte alla cattedrale.
Suggestiva tradizione popolare della Val di Chiana, ma antica consuetudine anche in Cortona, è il «volo» della notte del Sabato Santo. Durante il canto del «Gloria», si spalanca la porta della Cattedrale ed entra, portata di corsa da robusti confratelli delle antiche Compagnie laicali, la statua del «Cristo risorto», anch'essa opera dello scultore cortonese Francesco Fabbrucci che la realizzò nel 1750. Il tutto avviene con il suono delle campane a festa, finalmente «slegate», e lo scoppio dei mortaretti.
Il martedì di Pasqua poi, a conclusione della solennità pasquale, la stessa immagine del «Cristo risorto» ripercorre, tra una festa di popolo che accorre anche dalla campagna e dai paesi vicini, le medesime strade cittadine che lo avevano visto sofferente e morto.

Condividi nei social network   

Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   

Contenuti simili

ESTATE A CORTONA

Sagre gastronomiche

GIOSTRA DELL'ARCHIDADO

Città di Cortona

CANTUCCI TOSCANI

di Villa Farnia Cortona

JOVANOTTI

e la Città di Cortona

VINI DOC

Cortona Toscana

FIRENZE

La culla del Rinascimento

63^ MOSTRA MERCATO DEL VITELLONE

12 Marzo 2016 Cortona

SCOPERTA TOMBA ETRUSCA

Chiusi Arezzo

CORTONA AREZZO

Toscana

SANTA MARIA DELLE GRAZIE

Calcinaio Cortona

LE OFFERTE DI VILLA FARNIA
La magia di una vacanza in Toscana per tutta la tua famiglia o per coppie in cerca di tranquillità e relax...


Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta informato sulle nostre attività.
Ti promettiamo di inviarti solo informazioni di qualità.